Area Camper Verona Porta Palio

Regolamento per l’utilizzo

Articolo 1 – Applicazione

Il presente Regolamento disciplina l’utilizzo dell’area sosta camper, per brevità “area camper”, che si trova in via G. Dalla Bona, Verona.
Il Regolamento disciplina altresì l’uso dell’impianto igienico-sanitario, pertinente alla stessa area camper, di cui all’art. 378 del DPR 495/1992, per lo scarico dei residui organici e delle acque reflue e per il carico di acqua potabile.

Articolo 2 – Area non custodita

L’area camper non è custodita. AMT Spa è pertanto esonerata da ogni responsabilità in ordine a danni alle cose e/o alle persone che vi si verificassero all’interno.

Articolo 3 – Veicoli consentiti

La sosta all’interno dell’area è permessa solo agli autocaravan definiti dall’art. 54 lett. M) del D. Lgs. 285/1992: “veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto ed all’alloggio di sette persone al massimo, compreso il conducente”.
Non sono permessi altri sistemi di campeggio. I trasgressori saranno immediatamente allontanati. L’area di sosta è istituita con Ordinanza Sindacale, ai sensi dell’art. 7, comma I, lettera H) del D.Lgs. 285/1992.

Articolo 4 – Modalità di sosta

L’accesso all’area camper è consentito 24h/24h, 365gg all’anno, ed è a pagamento, in base alle tariffe esposte.
La sosta degli autocaravan è consentita solo nelle piazzole segnate a terra. I veicoli devono essere posizionati con le ruote anteriori rivolte verso la corsia centrale dell’area.
All’ingresso l’utente deve prelevare un ticket che dovrà ben custodire e non perdere. Per uscire l’utente dovrà inserire nella cassa automatica il ticket, procedere al pagamento, ritirare il ticket ed inserirlo nella bocchetta della colonnina posta in uscita.

In caso di mancato funzionamento l’utente potrà contattare l’assistenza tecnica di AMT tramite:

  • i citofoni posti sulle colonnine di ingresso, di uscita, sulla cassa automatica
  • i numeri telefonici esposti

Articolo 5 – Carico acqua potabile

È permesso rifornirsi di acqua potabile, collegandosi ai due rubinetti presenti a fianco della piazzola di scarico delle acque luride, utilizzando tubi e raccordi per il solo tempo strettamente necessario al riempimento del serbatoio. I tubi utilizzati non devono ostacolare la circolazione di persone e mezzi né minacciare l’incolumità e la sicurezza. È permessa l’utilizzazione dell’acqua solo per scopo igienico-sanitario ed alimentare.

Articolo 6 – Scarico acque reflue

E’ consentito lo scarico delle acque reflue (scarichi dei lavandini e della doccia) nell’apposita piazzola dotata di pozzetto e griglia a maglia larga, e lo scarico delle “acque nere” (raccolte dal serbatoio del WC) , nel vuotatoio posto lateralmente alla piazzola.
I conducenti degli autocaravan devono provvedere alla pulizia esterna dell’impianto igienico-sanitario subito dopo l’uso.

Articolo 7 – Divieti

È vietato sostare lungo la corsia interna di accesso o comunque in modo da ostacolare il transito degli altri veicoli. È altresì vietato sostare in prossimità dell’accesso all’area, in modo tale da rendere difficoltosa la manovra d’ingresso o di uscita. È vietato sostare nei pressi della zona dedicata alle operazioni di camper service. AMT Spa è autorizzata ad intervenire per lo spostamento e/o rimozione dei mezzi parcheggiati in modo irregolare o inadeguato, senza alcun addebito per eventuali danni arrecati. Le spese di rimozione saranno a totale carico dell’utente e dovranno essere corrisposte dallo stesso prima di lasciare l’area di sosta.

È assolutamente vietato all’interno dell’area, da parte di personale non autorizzato:

  • lo scavo di buche, anche di piccole dimensioni
  • l’utilizzo di fuochi, gruppi elettrogeni, barbecue o simili all’interno dell’area
  • lo sradicamento dell’erba
  • sprecare l’acqua lasciando i rubinetti aperti o adoperarla per gioco
  • lo spoglio e l’abbattimento degli alberi e l’arrampicamento sugli stessi
  • l’asportazione ed il danneggiamento di materiali ed oggetti di proprietà AMT Spa
  • il gioco con palloni od oggetti da lancio
  • il lavaggio e lo stendere i panni fuori dagli autocaravan
  • il transito e la sosta di veicoli a motore diversi dagli autocaravan, e la sosta con il motore acceso

Inoltre:

  • gli animali devono essere custoditi in modo da evitare molestie, disturbi o danni alle cose e/o alle persone. E’ fatto obbligo di tenere al guinzaglio i cani e di raccogliere i loro bisogni;
  • sono assolutamente vietate tutte le attività rumorose in contrasto con la quiete pubblica e privata dalle ore 20:00 alle ore 7:00;
  • lo scarico dei rifiuti deve avvenire negli appositi contenitori e nel rispetto della normativa vigente in materia e del regolamento comunale sui rifiuti solidi urbani;

In caso di danneggiamento di beni di proprietà di AMT Spa, l’autore del danno dovrà farne tempestiva segnalazione ad AMT Spa, telefonando al numero esposto dell’assistenza tecnica oppure al centralino, in modo da concordare le modalità di risarcimento.
Ai sensi dell’art. 185, commi 4 e 5, del D.Lgs. 285/1992, è vietato lo scarico dei rifiuti organici e delle acque chiare e luride su strade ed aree pubbliche al di fuori di appositi impianti di smaltimento igienico sanitario. La violazione comporta l’irrogazione della sanzione amministrativa prevista dall’art. 185, comma 6 del D. Lgs. 285/1992 da € 85,00 a € 338,00.
Lo scarico dei rifiuti deve avvenire negli appositi contenitori e nel rispetto della normativa vigente in materia.

Articolo 8 – Norme applicabili

Il presente Regolamento è disciplinato dai seguenti testi normativi:

  • D. Lgs. 30/04/1992 n. 285 e successive modifiche ed integrazioni;
  • D.P.R. 16/12/1992 n. 495 e successive modifiche ed integrazioni;
  • Legge Regionale 04/11/2002 n. 33

La modifica o l’abrogazione dei testi menzionati e l’emanazione di nuove normative in materia, comporteranno l’adeguamento di questo regolamento, ai sensi e con le modalità della normativa vigente.

Articolo 9 – Sanzioni

Per quanto non previsto dal presente Regolamento, si applicano le leggi ed i regolamenti disciplinanti la materia.
Fatte salve le competenze del Sindaco, l’applicazione delle leggi penali, civili ed amministrative e la previsione di specifiche sanzioni negli articoli precedenti, ogni infrazione alle norme di codesto Regolamento comporterà l’irrogazione di una sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da un minimo di € 25,00 ad un massimo di € 500,00, oltre all’allontanamento dall’area di sosta.
L’attività di vigilanza sul rispetto delle disposizioni contenute nel presente regolamento è di competenza del Comune tramite il Corpo di Polizia Locale e delle altre forze dell’ordine. L’irrogazione delle relative sanzioni, per la violazione delle norme contenute nel presente regolamento e nelle leggi ivi richiamate, è disciplinata dalla Legge 24 novembre 1981 n. 689.

Per urgenze telefonare al numero:
0039 340 9237522 dalle 7:30 alle 20:30
0039 045 582899 dalle 20:30 alle 7:30

REGxx Rev. xx